Signore Gesù
come sarebbe bello se avessimo imparato ad imitare la donna di Betania che, in casa di Simone il lebbroso,
ruppe il vasetto di puro nardo per compiere il gesto profetico dell’unzione, in vista della tua prossima
sepoltura.
Ella testimoniò il suo amore “sproporzionato” per te con la preziosità inaudita di quell’unguento…come,
tuttavia, se vi possa essere una “proporzione” più o meno congrua nell’Amore. Quando si ama non vi è misura
di riferimento, perché chi “calcola” non ama davvero. Tutto l’oro del mondo, al cospetto dell’Amore, è nulla!
Ella non solo ti unse, ma “spezzò” anche il vaso per palesare ancor più chiaramente – se ve ne fosse stato
bisogno – che nell’Amore non soltanto non v’é misura ma neppure modalità che non implichi lo “spezzare” la
vita per l’amato.

Scarica qui il pdf o visualizza qui sotto (solo con Firefox, Chrome, Safari, Internet Explorer 10)

View Fullscreen